13Lug

acqua

Carissime/i ci eravamo lasciate la scorsa settimana con il mio articolo sui carboidrati. Oggi voglio parlarvi di un importante elemento naturale: l’acqua.

L’acqua è l’elemento più importante per la vita di tutti gli esseri viventi, copre il 70% della superficie terrestre e costituisce il 65% della nostra massa corporea, percentuale che aumenta fino 80% nei lattanti.

È il migliore solvente naturale e per questo motivo è molto usata in cucina e nelle ricette.

L’acqua che beviamo che sia di rubinetto o in bottiglia è un’ottima fonte di calcio, in media ne contiene circa 80-90 mg/l e possiede una buona percentuale di bicarbonati.

Senza acqua non si può né vivere né respirare.

L’acqua deve essere sempre reintegrata perché ne perdiamo circa 2l al giorno attraverso la sudorazione, l’urina e la respirazione.

Benefici

L’acqua apporta innumerevoli benefici a tutto il corpo incluso ossa, cervello, muscoli e sangue. Bere almeno 1,5-2l di acqua al giorno aiuta a mantenere in salute i reni prevenendo l’insorgenza di calcoli. Contribuisce alla perdita di peso dando “senso di sazietà” se bevuta prima dei pasti.

Assumere acqua in maniera regolare aiuta a prevenire il rischio di malattie cardiache e mantiene giovani le cellule cerebrali. Migliora la digestione e aiuta a combattere la stitichezza.

Da non sottovalutare sono anche i benefici che apporta alla pelle rendendola luminosa, sana e liscia.

Controindicazioni

Bere in modo eccessivo può portare a risultati deleteri per la salute.

Chi beve più di 3-4l di acqua al giorno può soffrire di eccessiva sudorazione, sovraccaricando anche i reni o può avere problemi di diabete.

Dosi eccessive di acqua in particolare modo alla sera, possono essere legati a problemi di insonnia.

Pertanto in tal caso vi raccomandiamo di consultare il vostro medico di base o il vostro specialista.

L’acqua fa dimagrire?

Bere acqua fa bene questo è certo.

Ci aiuta a depurarci dalle tossine e scorie.

Ma da sola non fa dimagrire.

Quale acqua bere?

Spesso sentiamo dire: bevi questa acqua perché é meglio di quest’altra; oppure non berla gassata perché fa male o non usare quella del rubinetto.

Esistono diversi tipi di acqua sul mercato, la meno cara è quella del rubinetto che è sogetta al trattamento antibatterico prima di essere immessa nelle tubature cittadine e proviene da falde acquifere superficiali.

L’acqua in bottiglia invece proviene da falde acquifere profonde, sotterranee, ed è batteriologicamente pura pertanto non subisce altri trattamenti.

Una raccomandazione che spesso ci fanno i medici o i nutrizionisti è di non usare sempre la stessa marca di acqua, per avere un diverso apporto di minerali.

Ogni 3-4 settimane è bene quindi cambiare marca.

Etichetta

Leggete bene l’etichetta apposta sulla bottiglia per sapere quali minerali contiene, la fonte di provenienza, dove avviene l’imbottigliamento ecc…

Vi riassumo qui di seguito le informazioni e i parametri dei valori delle tabelle:

  • Residuo fisso RF < (minore) 500 mg/l
  • nitrati < 25 mg/
  • < 10 mg/l per le donne in gravidanza e per i lattanti
  • sodio < 20 mg/l
  • solfati < 25 mg/l
  • cloruri < 25 mg/l
  • PH tra 6,5 e 7,5

Distinzione

In base alla quantità di sali minerali distinguiamo:

1) acque minimamente mineralizzate con RF < 50; facilitano la diuresi e sono indicate per sogetti affetti da calcoli renali, per sogetti con ipertenzione e per chi segue diete povere di sodio.

2) acque oligominerali con RF tra 50 e 500; facilitano la diuresi.

3) acque medio minerali con RF tra 500 e 1500,  indicate per un maggiore apporto di sali minerali in gravidanza, allattamento e terza età.

4) acque fortemente mineralizzate con RF > (maggiore) 1500; vengono date sotto controllo medico a persone con particolari problemi specifici.

In base alla percentuale di sali distinguiamo:

1) acque bicarbonate consigliate per malattie epatiche e biliari;

2) acque solfate consigliate per malattie epatiche e biliari;

3) acque calciche consigliate in gravidanza, menopausa e per i lattanti;

4) acque clorurate consigliate per malattie epatiche e biliari;

5) acque magnetiche ideali per patologie ostetriche, ginecologiche ed aterosclerotiche;

6) acque sodiche consigliate agli sportivi e a chi soffre di eccessiva sudorazione, assunte sotto controllo medico;

7) acque fluorate contenenti più fluoro, consigliate in casi particolari vanno assunte sotto controllo medico;

8) acque ferruginose ideali per chi soffre di carenza di ferro.

Conclusione

Bere acqua fa bene e ci aiuta per il dimagrimento se:

1) beviamo 8-10 bicchieri di acqua al giorno, magari uno prima dei pasti per farci sentire sazi;

2) non esageriamo col bere, ricordiamoci sempre che il troppo storpia;

3) piuttosto che friggere i cibi, se siamo a dieta, lessiamoli o cuociamoli a vapore o stufiamo il soffritto invece di friggerlo;

4) riduciamo il sale ed usiamo più spezie come il rosmarino, il timo, il basilico, la menta e la salvia;

5) ricordiamoci che l’idratazione non avviene solo introducendo acqua ma anche attraverso l’assunzione di frutta e verdura.

Detto ciò andiamo tutti a bere un bel bicchiere d’acqua fresca e vi aspetto al prossimo articolo.

Un bacione

Rosanna

Se vuoi rimanere aggiornata sui miei post, puoi iscriverti al canale Telegram

Iscriviti al nostro gruppo Facebook se vuoi intraprendere il tuo percorso nutrizionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *